La dott.ssa Alessandra D’Ercole sin dagli anni degli studi universitari ha mantenuto l’interesse per l’approfondimento delle tematiche legate al diritto e alla persona, la sua dignità e il suo sviluppo.

Le realtà di periferia hanno stimolato domande relative al disagio e all’inclusione sociale, e, in conseguenza a ciò, la scelta di avvalorare la formazione giuridica con un’ampia formazione ‘sul campo’, per poter comprendere le problematiche connesse osservandole da diverse prospettive d’intervento.

Ciò le ha permesso di sviluppare un forte approccio interdisciplinare e di rete e di orientare, infine, la sua professionalità allargando il focus dall’individuo alla famiglia di appartenenza.

Negli anni degli studi universitari ha collaborato a un progetto di inclusione scolastica rivolto ad adolescenti della periferia milanese e ha colto l’importanza del lavoro (quale base imprescindibile di crescita, equilibrio e superamento dei conflitti per un interesse comune) collaborando con una cooperativa sociale di tipo B.

Ha conseguito la laurea magistrale in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi sperimentale in diritto penitenziario (sui temi del trattamento penitenziario, del trattamento delle tossicodipendenze, della ricaduta nella dipendenza e della recidiva nel reato) e delle un tirocinio quotidiano di due anni in ambiente carcerario.

A seguito di ciò ha collaborato come consulente dell’allora A.S.L. Città di Milano e formatore per diversi enti accreditati dalla Regione. Ha svolto il biennio di pratica forense, ha conseguito un master in selezione, gestione e sviluppo delle risorse umane e nel 2008-2009 ha svolto l’incarico di componente esperto del Tribunale di Sorveglianza di Milano.

Successivamente ha continuato a occuparsi di formazione. E’ diventata mediatrice sociale e penale (giustizia riparativa-modello umanistico Jaquelin Morineau), mediatrice civile e commerciale (iscritta al Ministero della Giustizia), mediatrice familiare di secondo livello iscritta ad A.I.Me.F. (modello globale ESBI della dott.ssa Isabella Buzzi), mediatrice scolastica e fformatrice di mediatori tra pari (Progetto ‘Invece di Giudicare’ del Prof. Mauro Julini) e counselor umanistico nella relazione familiare.

Negli anni ha costantemente integrato la propria preparazione mediante un aggiornamento continuo, sostenendo ulteriori esami universitari in pedagogia, psicologia, antropologia ed economia.

Collabora con enti accreditati in progetti di formazione in ambito socio-santario e politiche di accompagnamento al lavoro di persone con svantaggio sociale.

Come libera professionista si occupa di percorsi di formazione individuali e di gruppo.

Attualmente si occupa delle problematiche di conflitti familiari legate alle dipendenze e alla demenza di Alzheimer, in rete con altri professionisti del settore e con strutture residenziali accreditate (comunità terapeutiche ed RSA) e collabora con lo Studio TdL della dott.ssa Isabella Buzzi al fine di una possibile integrazione dello strumento della mediazione familiare e mediazione in famiglia in situazioni complesse.

Chiudi il menu

EMERGENZA COVID19

Durante il periodo di quarantena, alcuni collaboratori dello Studio TdL della dott.ssa Buzzi hanno espresso il desiderio di contribuire al fronteggiamento di questa crisi.

SCOPRI DI PIÙ ››