“Mamma e Papà si separano”. Come dirlo ai propri figli?
Consolata Santino

Consolata Santino

Mediatrice Familiare e Counselor

“Mamma e Papà si separano” Come dirlo ai propri figli?

La separazione è sempre fonte di disagio e malessere, sia per la coppia che per i figli,  ancor di più se il conflitto familiare è acceso e coinvolge i minori, che devono essere sempre protetti, tutelati dai genitori, a partire dalle modalità comunicative. E’, dunque, indispensabile individuare insieme la migliore strategia per parlarne ai figli, evitando con accuratezza di renderli partecipi in un racconto di amarezza e dolore, un gioco al massacro.

GENITORI PER SEMPRE

In primo luogo è necessario comunicare certezze di continuità nella discontinuità di una scelta non revocabile. Se la fine di una relazione di coppia a volte è inevitabile, l’amore che lega genitori e figli non ha fine, rimane invariato.

LE NUOVE CERTEZZE

In secondo luogo è importante che la riorganizzazione della vita quotidiana, concordata dalla coppia genitoriale, sia il nucleo su cui radicare nuove certezze, sia la risposta al bisogno di stabilità affettiva dei figli.

Comprendere quale sarà il nuovo assetto familiare dopo la crisi li aiuterà ad accettare le nuove consuetudini, senza sentirsi  “strappati” tra due genitori ostili tra loro, che si contendono  l’amore dei figli.

NON AVERE PAURA DI ASCOLTARE

Il momento della separazione è un momento di crisi per tutta la famiglia. I figli potrebbero avere il timore di essere abbandonati, di perdere l’amore dei genitori e provare un grande vuoto interiore.

Con loro è importante privilegiare le doti dell’ascolto, della comprensione profonda, della rassicurazione, dell’attenzione alle reazioni di rabbia, paura, incertezza, pianto, o anche il silenzio.

L’AIUTO DI UN PROFESSIONISTA

Renderli partecipi di una sfida che non possono comprendere è una violenza che deve essere accuratamente evitata.

Le incertezze e i dubbi sul cosa dire o non dire possono essere molteplici, il momento dell’annuncio è un momento difficile per tutti e a volte può essere utile affidarsi all’aiuto di un professionista. Lo specialista può aiutare i genitori a gestire le proprie emozioni e quelle dei figli, nonché fornire informazioni utili a creare uno spazio sereno di ascolto e accettazione della notizia.

I FIGLI SONO ACUTI OSSERVATORI

Da un lato comunicare ai figli la separazione la rende di fatto effettiva, dall’altro rimandare la comunicazione potrebbe gettarli in uno stato di incertezza e sgomento, perché i figli sono acuti osservatori di ogni variazione dei nostri stati emotivi.

Dunque, è importante comunicare con parole adatte alla loro età i nuovi scenari per il futuro, per dare ai figli certezze su cui costruire solide basi per la nuova fase della vita.

Sapere che cosa accadrà è rassicurante, come è rassicurante sapere che i genitori, anche se separati, sono e saranno sempre uniti nell’accogliere la loro richiesta di amore e cura.

LA MEDIAZIONE FAMILIARE

Se non si riesce a parlare senza litigare, come ci si può accordare sul come e cosa dire ai figli? La mediazione familiare consentirà ad entrambi di tornare a comunicare e ad ascoltarsi in modo attivo e non giudicante. Tutti noi, quando siamo sereni, riusciamo naturalente a mettere in primo piano il benessere dei figli.

HAI TROVATO QUESTO ARTICOLO INTERESSANTE? CONDIVIDILO