Cos'è

Nei casi di conflittualità familiare non espressamente legata alla separazione dei coniugi, ma per liti in famiglia, questioni legate a decisioni ereditarie, relative alla tutela di un componente della famiglia, in casi legati all’interdizione connessa al cronicizzarsi o all’aggravarsi della malattia di un parente o alla perdita della sua autosufficienza, nel caso di conflitti tra genitori e figli che possono sorgere durante l’età adolescenziale o anche in seguito, ecc. è sempre possibile l’intervento di mediazione, inteso come un percorso breve, mirato alla riapertura del canale comunicativo, per trovare una soluzione pratica al problema/i problemi che ha/hanno portato al conflitto che non si riesce a superare da soli. La mediazione in famiglia aiuta a gestire situazioni critiche in cui serve decidere tutti insieme, nonostante la lite, e può prevenire fratture insanabili fra congiunti e/o parenti.

A chi si rivolge

a tutti i membri di una famiglia che si trovano ad attraversare un periodo di conflitto diventato troppo complesso o critico, legato alle motivazioni più disparate, che non necessitano di un intervento terapeutico ma che intendono trovare una soluzione pratica ed un momento di dialogo con il famigliare con cui si è interrotta la comunicazione.

Costi

 il primo incontro di orientamento è gratuito, per gli incontri successivi, vengono proposti costi relative alle fasce di reddito dei partecipanti. Per una fascia di reddito familiare bassa, il costo è di 30€. Poi a salire proporzionalmente secondo il reddito imponibile dichiarato dalla coppia. Si pagano solo gli incontri effettuati, nulla viene chiesto anticipatamente.

Chiudi il menu